PROPAGGINI A TEATRO, SI APRE IL SIPARIO SUL 628° CARNEVALE DI PUTIGNANO

Il rammarico degli organizzatori per non poter svolgere l’evento in piazza come da tradizione a causa dei limiti imposti dalla pandemia. Nove i gruppi di propagginanti che si alterneranno sul prestigioso palco. 

Il prossimo 26 dicembre 2021 a Putignano l’evento delle Propaggini, tradizionale festival satirico in vernacolo, aprirà ufficialmente una nuova edizione dell’antico Carnevale, pronto a spegnere le sue 628 candeline. La più antica tradizione folcloristica, quella che ha dato origine al Carnevale di Putignano, migra però dalla piazza al palco di un teatro. Purtroppo, infatti, la manifestazione delle Propaggini non potrà svolgersi in piazza come nella migliore tradizione della città. Le restrizioni dovute alla pandemia, infatti, come specificato nell’ultimo aggiornamento delle “Linee Guida per la ripresa delle attività economiche e sociali della Conferenza delle Regioni” adottate il 2 dicembre dal Ministero della Salute, e confermate dalla nota della Prefettura di Bari dello stesso giorno, non contemplano la possibilità di svolgere uno spettacolo partecipato come le Propaggini all’aperto con pubblico in piedi. Non essendo possibile, inoltre, assistere ad una performance di così lunga durata con i posti a sedere all’esterno, Fondazione Carnevale e Comune di Putignano hanno dovuto optare per un luogo al chiuso con la massima capienza di posti a sedere: il Teatro Comunale.

I propagginanti quest’anno saranno chiamati quindi a calcare, vivere e contagiare il palco più prestigioso della città con l’autentico spirito goliardico che da sempre li contraddistingue. Si tratta di una sperimentazione nel solco dei nuovi format richiesti dalla pandemia ma è anche un’occasione preziosa per continuare a vivere la tradizione e per coltivarla, nonostante l’incertezza del particolare momento storico, senza rinunciare al pubblico e a raggiungere quanti più spettatori possibile.  Ne sono convinti gli organizzatori.

Abbiamo voluto mantenere a tutti i costi il fulcro della tradizione, ridandole la festa di popolo che la caratterizza da secoli. – Spiega Maurizio Verdolino, Presidente della Fondazione Carnevale di Putignano – Per questo, fino alla fine abbiamo cercato di svolgere le Propaggini all’aperto ed avevamo individuato il mercato boario come luogo ideale, per gli ampi spazi e la facile chiusura. L’obbligo dei posti a sedere per uno spettacolo all’aperto, a dicembre, che dura oltre tre ore, aggiunto al contingentamento, ci è sembrato però molto limitante. A queste condizioni la festa di piazza si sarebbe persa in ogni caso e abbiamo pensato che 300 posti a sedere nel nostro bel teatro valessero più di qualche posto in più all’aperto. Abbiamo quindi colto come una opportunità l’offerta dell’Amministrazione comunale di svolgere l’evento nel Teatro, che per prestigio del luogo dà sicuramente piena dignità alla manifestazione e ai suoi straordinari interpreti e ci consente di svolgere tutto in sicurezza. A questo punto la nostra priorità è assicurare che le Propaggini, la festa per eccellenza dei putignanesi, sia davvero per tutti. E così sarà”.

La Fondazione Carnevale di Putignano metterà gratuitamente a disposizione di tutti, nel modo più pratico e accessibile, i circa 330 biglietti disponibili. Il sistema di prenotazione sarà personale e diretto, senza l’utilizzo di tecnologie. Anche questo per andare incontro ad utenti di tutte le età. 

Sarà possibile prenotare il proprio posto a sedere per assistere dal vivo alle Propaggini, martedì 21 e, se necessario, anche mercoledì 22 dicembre (fino ad esaurimento dei posti disponibili), dalle ore 19.00 alle ore 21.00, nel chiostro del palazzo municipale di Putignano. I presenti potranno “pescare” da un’urna il biglietto corrispondente ad un posto a sedere per sé ed un solo accompagnatore. Un modo facile, pratico ed estremamente popolare per garantire davvero a tutti, senza privilegi, di assistere allo spettacolo più amato della città. E per chi non potesse o riuscisse a partecipare dal vivo, la Fondazione Carnevale di Putignano sta organizzando una diretta tv su Tele2 del Gruppo Norba (tasto 11 del digitale terrestre) che porterà le Propaggini nelle case di tutti i putignanesi, e non solo. Facendo così diventare la manifestazione un prezioso strumento di promozione territoriale. 

Luciana Laera, Sindaca del Comune di Putignano, ribadisce il rammarico dell’Amministrazione per la scelta del teatro al posto della piazza per le prossime Propaggini: “Per quest’anno ci sarebbe piaciuto e avremmo voluto con tutto il cuore ritornare a festeggiare il rito delle Propaggini in piazza, come piace a noi, com’è nelle nostre tradizioni. Abbiamo dovuto, ancora una volta, fare i conti con la situazione epidemiologica. Non potevamo, non volevamo però rinunciare a questo momento di comunità, tornare a viverlo insieme, seppur con le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria tra cui predisporre posti a sedere per assistere all’evento. E quindi, se dovevamo assistere allo spettacolo seduti e per tante ore, abbiamo voluto mettere a disposizione del pubblico delle Propaggini e dei putignanesi tutti i posti a sedere più belli che abbiamo. Da qui la scelta del Teatro Comunale, un teatro di tutti, che per una serie di coincidenze inizia la sua stagione, dopo l’inaugurazione, ospitando l’ironia, la bravura e la simpatia dei nostri propagginanti. Buone Propaggini a tutti.”.

L’appuntamento con le Propaggini del Carnevale di Putignano è quindi fissato per la domenica del 26 dicembre 2021, nello scenario del Teatro Comunale, con apertura alle ore 15.00 e sipario alle ore 15.30. 

Sul prestigioso palco, “occupato” per una volta dagli attori della piazza, si alterneranno in totale nove gruppi di propagginanti, uno in più della scorsa edizione che si svolse, lo ricordiamo, a porte chiuse. 

A presentare l’evento saranno sei volti noti della città, appartenenti al mondo del teatro e dell’intrattenimento: Lonia Netti e Luciano Lavarra; Claudia Console e Pierpaolo Tateo; Anita Gentile ed Enzo Calabritta. In uno scambio di battute e provocazioni, come da buona tradizione carnascialesca, i presentatori dialogheranno con gli attori proponendo sketch esilaranti sullo stile delle più note trasmissioni satiriche della tv.

L’accesso allo spettacolo sarà consentito ai possessori di Super Green Pass.

CONDIVIDI

Condividi su facebook
Condividi su twitter