BOZZETTI

TITOLO: Non tutti i Gulliver vengono per nuocere


ALLEGORIA:
Un gigante dorme in riva al mare.
È il problema che i Lillipuziani devono affrontare in un giorno apparentemente qualsiasi.
Nel 1726 Jonathan Swift ci racconta le avventure di Gulliver, naufrago e spiaggiato a Lilliput, una terra sconosciuta su cui, stremato, si addormenta. I suoi minuscoli abitanti, vedendolo così diverso, decidono di legarlo prima che si svegli rendendolo, così, inoffensivo.
Gulliver, così ingombrante nella sua alterità, è oggetto di sospetto e disprezzo.
A distanza di tre secoli la diversità è ancora imbavagliata, relegata ai margini e la paura che genera assopita in comportamenti di massa tesi a ledere la libertà e i diritti dell’individuo.
Può, una società, permettersi di fare a meno di quella piccola minoranza di persone che non si adeguano passivamente a tutte le mode e a tutti i pregiudizi, ma che coltivano in se stesse la preziosa, inestimabile pianticella dell’originalità, della consapevolezza, dell’apertura esistenziale?
Non tutti i Gulliver vengono per nuocere!

Category: cArteinregola