BOZZETTI

TITOLO: Senza identità (il vento a volte viene da sud)

ALLEGORIA:
In un momento di profonda crisi sociale, economica, politica e culturale, in cui le disparità alimentano disagio e insofferenza, incombe la presenza di una figura ambigua: lo psicopompo. Una guida delle anime alla ricerca di un passaggio sicuro verso il regno dei morti. Un mito trasformatosi tristemente in realtà. Trafficanti di esseri umani sfruttano le speranze e i sogni di chi, consumato dall’oppressione e dalla miseria, vuole riscattarsi.
In balia delle onde del Mare Nostrum meste figure si lasciano guidare verso l’ignoto. Col cuore colmo di speranza e disperazione, si specchiano nelle acque, oggi culla di anime disperse e solitarie. L’octopus risale da un mondo scuro e profondo e, col suo abbraccio inquietante, ricorda la fatalità del destino dei naviganti. “Il vento a volte viene da sud, sembra quiete e ci culla, poi si fa più doloroso e ci scuote”, ma forse non tutto è perduto. Dove c’è paura, dolore e tristezza può esserci attesa e speranza; dove c’è povertà può esserci insegnamento e arricchimento. C’è un passato che ritorna e che si trasforma in futuro.

Category: Associazione La Maschera